Crea sito

Domani non verrà

scritto da Profeta Incerto
Mar 30

Aspirine Aspirale

Fiducia nel domani… Si fa presto, si fa!… Si fa presto a dire “fiducia nel domani”.

Domani non verrà. L’uomo vive in una eterna vigilia del domani.

Un domani che si aspetta di trovare dietro all’oggi, poi viene mezzanotte e dopo sempre e solo un altro oggi – come ieri.

Ma allora, dice, è un po’ come se esistesse solo il presente. No, il presente non esiste, perché nel momento stesso in cui lo cogli, nel momento che te ne accorgi, nel momento in cui gridi “piglialo!” quello è già scivolato via.

Il presente non è altro che il passato più recente. Tutto il tempo è memoria del passato… sì sì.

Sì sì un cazzo, ma passato rispetto a cosa?

Insomma il passato, in passato, cos’era?… Era presente. Ecco, il passato prova che il presente, se anche non esiste, però è esistito.

Non solo, se il passato prima di essere passato era presente, vuol dire che prima ancora era futuro.

Allora il futuro è più passato del passato, e quindi ne segue che il tempo scorre al contrario. Come volevasi dimostrare1.

Nella foto: aspirine, tante, che girano e girano.

  1. Il Profeta ha da alcuni giorni una febbre molto alta. Deve essere quello. (N.d.Esegeta) []

Tags: , , , , ,

Categorie: Filosofia ,Senso della Vita


8 Commenti a “Domani non verrà”

  1. laperfidaneraNo Gravatar ha detto:

    Ma sai che hai proprio ragione?
    Però, come dico a chi si ostina a festeggiare compleanni e capodanni, ricorda che, oltre a scorrere al contrario, IL TEMPO È TUTTO ATTACCATO. Sarà forse un “loop”? o un nastro di Moebius?

  2. PopingaNo Gravatar ha detto:

    Ha ragione LPN: io giro con il sapone liquido in tasca per togliermi il tempo dalle mani. Ancora un’immagine come questa e la smetto con gli acidi.

  3. gaiezzaNo Gravatar ha detto:

    Oggi è il domani di ieri?

  4. Profeta IncertoNo Gravatar ha detto:

    Comprendere la reale natura del tempo è una cosa che richiede del tempo, e questo mi sembra un interessante paradosso, ma se anche fosse solo una perdita di tempo ci avrebbe comunque insegnato qualcosa sull’argomento, proprio per questo motivo.

  5. M.No Gravatar ha detto:

    Il Dottor Manhattan era arrivato a conclusioni simili, in più lui moltiplicava anche il proprio corpo mentre scopava (http://1.bp.blogspot.com/_Ot2E-EUZnnY/Sa_g9GFP_LI/AAAAAAAABX4/bu9RE4pJI30/s400/Dr+Manhattan+2.JPG)

  6. ČičikovNo Gravatar ha detto:

    Egregio Profeta,
    vedendoti molto ferrato nelle questioni riguardanti il tempo vorrei rivolgerti la seguente domanda. Se nel futuro dovesse essere inventata la macchina del tempo, ciò significherebbe che tra di noi ci dovrebbero già essere i viaggiatori venuti dal futuro.
    Sono sicuro che nel caso si saranno messo in contatto con te. Che mi racconti in proposito?
    E potresti farci sapere chi sono costoro?

  7. Profeta IncertoNo Gravatar ha detto:

    Egregio Čičikov,
    statisticamente risulta che uno dei principali scopi di chi viaggia nel passato è uccidere il proprio nonno per mettere alla prova il famoso paradosso del viaggio nel tempo (nel futuro questo viene considerato una sorta di sport estremo, molto emozionante).
    Perciò il consiglio che posso dare a chi ha un nipotino appassionato di meccanica e che da grande sogna di costruire una macchina del tempo, è di cominciare a girare armato.

  8. ČičikovNo Gravatar ha detto:

    Caro profeta,
    (sì, sto prendendo confidenza, la prossima sarà un “ehilà”), mi sa che sei rimasto un po’ troppo a lungo nell’eremo (http://profetaincerto.altervista.org/2010/07/21/comandamento-unico-del-profeta-incerto/), dove la telepatia prende male. Le tue sono notizie vecchie.
    Nel futuro attuale (bel paradosso, vero? grazie- non per vantarmi, è ovvio…), infatti, pare che solo una minoranza di pervertiti cerca di uccidere il proprio nonno, mentre la maggioranza delle persone cerca di evitare le incestuose conseguenze, che rischiano di farti scoprire di essere in realtà contemporaneamente il tuo proprio nonno, padre, madre, figlio e nipote, come dimostrato da Robert Heinlein nella storia “All you zombies” (abyss.uoregon.edu/~js/…/grandfather_paradox.html – a proposito di zombie… ne sai mica qualcosa?).
    Un pericolo però costituiscono ancora coloro che uccidono i nonni altrui, rimanendo impuniti dal momento che tutti i discendenti e la memoria della loro esistenza svaniscono nel nulla. Si stanno creando una serie di universi paralleli in alcuni dei quali queste persone esistono, mentre in altri no.
    Il dottor Eli Polk dle MIT per esempio accusa O. J. Simpson di aver costruito una macchina del tempo poco dopo essere assolto nel 1996 e di aver fatto ben 11 viaggi assassini nel tempo. In uno di questi viaggi Simpson avrebbe ucciso anche la moglie di Polk, eradendone la memoria.
    Il ché, secondo il dottor Polk, è il motivo per cui “invece di essere equilibrato e felicemente sposato sono single e mi sto masturbando costantemente fino alla pazzia”
    (www.associatedcontent.com/…/the_solution_to_the_grandfather_paradox.html).

Lascia un Commento