Crea sito

Scazzo alla risposta

scritto da Profeta Incerto
ott 29

Telefonia quantistica

Oggi vi insegnerò come usare il cellulare a costo zero. Così, tanto per dire che questo blog serve anche a qualcosa di pratico.

Le amate compagnie telefoniche nazionali si affannano a pubblicizzare tariffe sempre più basse, evidentemente avendo a cuore il risparmio degli italiani. Immagino quindi saranno contente ora che gli risolviamo il problema alla radice.

Allora, ecco come comunicare totalmente gratis col cellulare in 8 semplici passi:

1) Per prima cosa fate subito sparire quella suoneria di merda che c’avete.

2) Rimpiazzatela con un bello squillo “vintage”, tipo quello che usava su tutti i telefoni di casa nella lontana era analogica. Driiin, pausa, driiin… quello.

3) Fate fare la stessa cosa al vostro amico sul suo cellulare1.

4) Se voi e il vostro amico avevate già da prima la suoneria vintage potete saltare direttamente al punto 5, altrimenti andateci ora.

5) Misurate l’esatta durata temporale di un singolo ciclo squillo-pausa, che so: 5 secondi. Vi servirà per calcolare correttamente quando riagganciare.

6) A questo punto associate ogni carattere tipografico a una diversa sequenza di squilli. Es.: uno squillo (ovvero 5 sec. e riaggancio) = SPAZIO; due squilli (10 sec. e riaggancio) = LETTERA A; tre squilli = LETTERA B; trenta = VIRGOLA; trentasei = PUNTO ESCLAMATIVO; cinquanta = APERTA PARENTESI TONDA, ecc.2.

Ecco fatto, adesso che avete codificato gli squillini, voi e il vostro amico potete telefonarvi e senza rispondere fare conversazioni lunghe quanto vi pare, gratuite, e soprattutto al riparo dalle esecrande intercettazioni.

Ho battezzato questo metodo il Telegrafo Cellulare del Profeta Incerto.

…Sì, lo so, è un sistema che richiede tanta pazienza, ma del resto ampia pazienza è richiesta dalla vita in infinite situazioni, quindi è tutto allenamento.

Figuriamoci poi quando vi spiegherò come usare lo stesso sistema per le videochiamate.

P.S.
Ah, i semplici passi erano 6, non 8, vabbè.

P.P.S.
Ricordatevi di codificare anche lo squillino vero e proprio (es.: settantasei squilli).

P.P.P.S.
Le emoticon le ridurrei proprio al minimo.

Nella foto: il mio vecchio piano tariffario
(in basso ex promoter telefonico arrestato per stalking).

  1. Ovviamente non è che adesso lo chiamate per dirglielo, no? Fate due passi fino a casa sua che vi fa solo bene. []
  2. Dubito che sia possibile arrivare fino a cinquanta squilli senza che la linea venga interrotta o deviata (N.d.Esegeta). []

Tags: , , , , ,

Categorie: Politica


Un Commento a “Scazzo alla risposta”

  1. CeleritasNo Gravatar scrive:

    AHAHA Stupendo, in effetti possiamo anche migliorarlo col codice binario.
    Se uno squillo con la sua rispettiva pausa occupano 5 secondi, in 40 secondi dovremmo inviare la nostra stringa da 8 ” bit”.
    Quindi se facciamo i primi 5 secondi uno squillo vale ad 00000001, poi pausa 00000001, poi squillo 00000101.. ecc fino a 40 secondi.
    per fare la A che equivale a 65 dovremmo fare : 10000001, quindi 1 squillo ai primi 5 secondi e uno ai 40.Ed ecco una stringa di un byte xd
    Quanto lo vendi il brevetto? XD

Lascia un Commento