Crea sito

Sottoscrizione per la Mafia

scritto da Profeta Incerto
ago 1

8 x mille alla Mafia

Una cosa che mi sono sempre chiesto (e con sempre intendo oggi.) è: perché la mafia fa solo cose brutte? Cemento, monnezza, violenza, inquinamento, degrado, squallore. Perché la mafia non costruisce mai cose belle?

Perché è un fottuto parassita, ecco perché.

Ok, essendo però contestualmente anche la realtà economica più importante d’Italia, è evidente che nel medio-lungo periodo converrebbe anche a lei contribuire positivamente alle sorti generali dello stivale: meglio sta l’ospite più prospera il parassita, logico no?

Sì, è esatto, non fa una grinza, ma vai a farglielo capire a Cicciotto u’ Purpettaro.

Il problema della mafia (e dei suoi simbionti politici e imprenditoriali) è proprio la famelica e ottusa mancanza di visione, dovuta fondamentalmente all’ignoranza.

Nei primi anni novanta la mafia fece saltare la torre di via dei Georgofili nel pieno Centro Storico di Firenze, un luogo così ricco di storia e cultura che pure i nazisti si fecero scrupoli a bombardare. La mafia è più pericolosa del nazismo? No, è l’ignoranza che è peggio della guerra.

Per questo sono giunto alla conclusione che l’unica salvezza per l’Italia consista nel far studiare i mafiosi.

I mafiosi non vanno mandati in galera, vanno mandati a scuola.

L’unico isolamento sia dietro la lavagna1.

Voglio una sottoscrizione per pagare le scuole ai mafiosi.

Niente materie da colletti bianchi tipo economia e finanza2, piuttosto belle arti, architettura, letteratura e filosofia.

Voglio un’estetica mafiosa, uno stile architettonico mafioso, voglio un sistema filosofico, delle correnti artistiche, avanguardie mafiose, voglio essere fiero del progresso che la mafia apporta al mio paese e alla civiltà.

Voglio una mafia filantropica, una mafia che faccia da modello agli Stati. Voglio che lo Stato investa nella mafia – finalmente alla luce del sole.

Voglio essere orgogliosamente mafioso come sono orgogliosamente italiano. Voglio che quando uno straniero dice “italiani tutti mafiosi” lo pronunci con invidia e con rispetto, perdio!

Firma anche tu la petizione online affinché lo Stato istituisca e finanzi scuole per l’elevazione spirituale dei mafiosi del cazzo.

Nella foto: 8 x mille alla Mafia:
“Miriamo Al Futuro: Italiani Appoggiateci”
o se preferite:
“Muoviti A Firmare: Incendiamo Automobili”.

  1. La vera svolta nel progresso dell’umanità sarà quando inventeranno il modo di impiantare direttamente nel cervello nozioni fino a un’istruzione post-liceale senza la necessità di studiare vent’anni. Pensate: una breve cura a base di punturine, ipnosi, chipnellipotalamo e via, fine dell’Età dell’Ignoranza. Lo so, risolta l’ignoranza spiccherà l’idiozia. Una cosa per volta. []
  2. Dio ce ne liberi. []

Tags: , , , , , , , ,

Categorie: Politica


3 Commenti a “Sottoscrizione per la Mafia”

  1. giorgioNo Gravatar scrive:

    scusate ma mi sembra che siate rimasti agli inizi del secolo scorso, perché i nuovi mafiosi sono già quasi tutti laureati ed occupano da tempo molti posti di potere.

  2. Profeta IncertoNo Gravatar scrive:

    Sì, laureati come il Trota. Caro Giorgio, lungi da me NON fare di tutta l’erba un fascio: ho parlato di mafiosi e dei loro equivalenti politici e imprenditoriali, categorie legate spesso dagli stessi interessi e dalla stessa abissale, vergognosa, sfrontata ignoranza.
    Tutti sotto a studiare DAVVERO, brutte merde! Ve lo faccio rimpiangere Benedetto Croce, rimpiangere!

  3. milvaukeeNo Gravatar scrive:

    (scusate la lunghezza ma l’argomento del profeta è molto sentito e il suo pezzo coinvolge perché tra le righe si legge quanto il profeta ha a cuore l’italia) Mi propongo come co-studiosa insieme agli esponenti mafiosi, io non dovrei essere mafiosa nel senso che non ho una lira, lo potrei essere a livello linguistico, (in italia ci sono e ci siamo mafiosi di quest’ultimo genere, senza una lira ma che si parla in modo, appunto, mafioso) andiamo sulle coste e osserviamo, piangendo naturalmente, e ci diciamo, ammettendolo una buona volta alla faccia della falsa economia, di come sarebbe bello continuare a essere mafioso e avere le spiagge grandi, pulite su cui correre col vento in faccia senza inciampare in un masso di cemento o in una recinzione di villetta o nei binari della ferrovia o in un ombrellone arrugginito abbandonato dagli incivili mafiosi e non, e piangendo e ripiangendo su cosa si abbiamo perso passare il resto del tempo mafioso a investire i soldi della mafia per ricostruire la bellezza di centinaia e migliaia di chilometri di mare, vorrei aggiungere che studiare dovrebbe anche significare imparare a separare una volta per tutte la natura dall’uomo, il mare è mare se include un bel po’ di territorio intorno, se no diventa una vasca o una discarica, le città sono costruite dagli uomini e lì dentro l’uomo può sbizzarrirsi quanto vuole ma il mare è qualcosa che non ha fatto l’uomo e perché non lo rispetta come altro da sè? milvaukee

Lascia un Commento