Crea sito

Articoli Taggati ‘Animali’

Dio e gli Alieni

scritto da Profeta Incerto
set 17

Esacrocifissione, o crocifissione ad asterisco.

Esistono gli alieni?

La questione è scientifica e anche filosofica, ma noi oggi ci soffermeremo, guarda un po’, sulle sue implicazioni teologiche.

Il Dio Padre Nostro, che sta nei cieli ma non troppo oltre la stratosfera, in una prospettiva cosmica è un dio prettamente locale: Dio ha creato l’uomo a sua immagine e somiglianza (non il venusiano), Gesù si è fatto uomo (non marziano), è morto sacrificandosi per noi (non per i vulcaniani).

Un’eventuale civiltà aliena come si colloca nel disegno della Creazione?

Per dire, in quale sottinteso passaggio della Genesi Dio avrebbe creato gli abitanti di Andromeda? Li ha fatti il quarto giorno con le stelle? O forse il sesto insieme agli animali? Gli extraterrestri hanno un’anima? Vanno in paradiso e all’inferno in base alle solite 10 regole mosaiche?1 Una civiltà extraterrestre implica anche un Gesù, una Bibbia, un patto di Alleanza alieno?

In definitiva, non è che l’uomo di qua l’uomo di là, e poi salta fuori che Dio fa il doppio gioco con gli omini verdi?

Aspe’, rallenta un attimo.

Quanto detto ha senso solo se questi benedetti alieni esistono davvero. Ma l’uomo potrebbe anche essere la sola specie intelligente nell’universo.

Questo spiegherebbe perché Dio investa il suo infinito tempo e le sue infinite energie tutte e soltanto su di noi.

…Sì, come no, certo.

La sola specie intelligente, sicuro.

Io non ho bisogno di aspettare l’area 51 per sapere se gli extraterrestri esistono o no, io guardo il cielo e do per scontato che nell’universo ci siano migliaia o milioni di intelligenze più antiche e più evolute di quella umana2.

Se non possediamo ancora le “prove” questo conferma solo la nostra piccolezza, non la loro inesistenza.

Ma allora come la mettiamo? Come si conciliano Dio e gli alieni?

L’unica spiegazione è che esista una spartizione del potere divino su base territoriale: in pratica Lui si occupa solo della giurisdizione terrestre, c’è poi una rete di suoi colleghi dèi a noi sconosciuti che comandano dalle altre parti3. Farci credere di essere gli unici figli e prediletti è solo un vanitoso artificio che queste divinità, tipicamente permalose e possessive, adottano per farsi adorare in maniera esclusiva.

E noi? Questi dèi extraterrestri ci riguardano in qualche modo?

Assolutamente no, tranne per il fatto che essendo miliardi e con un sacco di nomi improbi, è molto probabile che ogni volta che fate uno sbadiglio o un rutto ne bestemmiate una decina.

Se quando morite trovate gli angeli con le antenne al posto dell’aureola e i diavoli con le spade laser invece dei forconi ora sapete perché.

Nella foto: la croce esacolare a cui
su Xandor IV (il pianeta dei ghiacci) fu
appeso per i tentacoli Sgruff, il Gesù locale.

  1. “Onora la tua ascendenza gamica”, “Non desiderare le spore d’altri”… []
  2. Capirai che sforzo. []
  3. Ricordiamo che il comandamento “Non avrai altro Dio all’infuori di me” sottindende l’esistenza di altre divinità (n.d.Esegeta). []

Incubo di un Animalista

scritto da Profeta Incerto
gen 22

Binario Morte

Se andate nel bosco e chiedete a Mamma Orsa vi dirà che tra le peggiori sorti che teme per i suoi figli Licia Colò viene prima dei bracconieri.

Io amo gli animali ma non sopporto gli animalisti, perché come tutti i fanatici sono fanatici.

Arrivo a dire che il fanatico animalista è potenzialmente un criminale, come quegli antiabortisti americani che uccidono i medici che praticano l’aborto. Quelli cioè che praticamente sono contrari all’aborto ma gli va bene l’omicidio1.

A sostegno della mia tesi propongo il seguente dilemma morale per animalisti.

Siete il manovratore di un treno che fila nella landa. Attraverso il parabrezza scorgete là in fondo, proprio in mezzo alle rotaie, un neonato abbandonato che piange disperatamente.

Vi gettate sul freno ma ahimé non funziona; e no, non funziona nemmeno ogni altra soluzione a cui state pensando. L’unica possibilità per salvare l’innocente è azionare una leva che farà deviare il treno su un binario laterale poco più avanti.

State per farlo quando vi accorgete che anche sull’altro binario c’è qualcosa. Stavolta non si tratta di un neonato bensì di un cagnolino: sì, un povero cucciolo di bastardino legato a terra che guaisce spaventatissimo.

Non c’è scampo: una delle due sfortunate creature dovrà morire maciullata dal treno, spetta a voi decidere quale, e pure alla svelta.

Che cosa fate?


Scopo del test, come i più savi di voi hanno già capito, è dimostrare che anche le zanzare hanno un’anima e che quindi le ritroveremo tutte in Paradiso.

Alcune interessanti variazioni sono:

a. Al posto del neonato c’è un fragile ponte che forse non reggerebbe il peso del treno;

b. Al posto del cucciolo di bastardino morbidoso c’è un cucciolo di Pitbull Anticristo Sterminatore Pluriassassino (di nome Fofi);

c. Al posto del cucciolo di bastardino c’è un neonato negro, ma qui sconfiniamo su tutt’altro tema.

Adesso inviate questo articolo a 10 vostri amici animalisti, o equivalentemente a Licia Colò.

Nella foto: mentre voi perdevate tempo a leggere questa didascalia
il treno ha tirato diritto. Così il cucciolo è salvo, e solo grazie a voi.
Da grande per sdebitarsi trasmetterà la piroplasmosi a vostro figlio.

  1. Che è un po’ come dire sono contrario alla caccia perciò gli uccellini li mangio vivi. []