Crea sito

Articoli Taggati ‘Esperimento’

Incubo di un Animalista

scritto da Profeta Incerto
gen 22

Binario Morte

Se andate nel bosco e chiedete a Mamma Orsa vi dirà che tra le peggiori sorti che teme per i suoi figli Licia Colò viene prima dei bracconieri.

Io amo gli animali ma non sopporto gli animalisti, perché come tutti i fanatici sono fanatici.

Arrivo a dire che il fanatico animalista è potenzialmente un criminale, come quegli antiabortisti americani che uccidono i medici che praticano l’aborto. Quelli cioè che praticamente sono contrari all’aborto ma gli va bene l’omicidio1.

A sostegno della mia tesi propongo il seguente dilemma morale per animalisti.

Siete il manovratore di un treno che fila nella landa. Attraverso il parabrezza scorgete là in fondo, proprio in mezzo alle rotaie, un neonato abbandonato che piange disperatamente.

Vi gettate sul freno ma ahimé non funziona; e no, non funziona nemmeno ogni altra soluzione a cui state pensando. L’unica possibilità per salvare l’innocente è azionare una leva che farà deviare il treno su un binario laterale poco più avanti.

State per farlo quando vi accorgete che anche sull’altro binario c’è qualcosa. Stavolta non si tratta di un neonato bensì di un cagnolino: sì, un povero cucciolo di bastardino legato a terra che guaisce spaventatissimo.

Non c’è scampo: una delle due sfortunate creature dovrà morire maciullata dal treno, spetta a voi decidere quale, e pure alla svelta.

Che cosa fate?


Scopo del test, come i più savi di voi hanno già capito, è dimostrare che anche le zanzare hanno un’anima e che quindi le ritroveremo tutte in Paradiso.

Alcune interessanti variazioni sono:

a. Al posto del neonato c’è un fragile ponte che forse non reggerebbe il peso del treno;

b. Al posto del cucciolo di bastardino morbidoso c’è un cucciolo di Pitbull Anticristo Sterminatore Pluriassassino (di nome Fofi);

c. Al posto del cucciolo di bastardino c’è un neonato negro, ma qui sconfiniamo su tutt’altro tema.

Adesso inviate questo articolo a 10 vostri amici animalisti, o equivalentemente a Licia Colò.

Nella foto: mentre voi perdevate tempo a leggere questa didascalia
il treno ha tirato diritto. Così il cucciolo è salvo, e solo grazie a voi.
Da grande per sdebitarsi trasmetterà la piroplasmosi a vostro figlio.

  1. Che è un po’ come dire sono contrario alla caccia perciò gli uccellini li mangio vivi. []

Lettere al Profeta Incerto

scritto da Profeta Incerto
mag 31

Prahlad Jani santone indiano

Allora, quello nella foto si chiama Prahlad Jani, invece il seguente messaggio è di Indie Travel, originariamente postato a commento di un recente articolo, e a cui dedico un post tutto per sé così da permettermi una più agevole risposta e questa pallosissima introduzione.

o tracciabile (come la carne della coop) profeta incerto, anch’io ho una domanda per te.
cosa pensi del cibo?quale è il rapporto che vi lega?
non vorrei sembrare ardita ma son sicura di averti visto, durante un lungo pomeriggio piovoso, adocchiare più volte un vassoio di pasticcini e una bottiglia di spumante lasciati incustoditi su una panchina dell’università. questo episodio mi ha fatto sorgere il lacerante dubbio che ti sottopongo.

Cara Indie Travel, schiere di santoni hanno dimostrato coi loro digiuni pluriennali che il cibo non è necessario alla sopravvivenza umana. Recente è il caso dell’indiano Prahlad Jani (nella foto) che si dice abbia digiunato ininterrottamente per 74 anni.

Che dire.

Grazie, santoni indiani.

Grazie per la vostra scoperta.

Prima di voi erano in molti a chiedersi: “a parte il sesso che è scontato, a cos’altro possiamo rinunciare per rendere la nostra vita ancora più miserevole?”

In risposta ai santoni indiani ho deciso di intervenire personalmente ed ho realizzato anch’io un importante esperimento col cibo: ho verificato che è possibile scofanarsi due porzioni e mezzo di lasagne e due di melanzane alla parmigiana senza avere neanche troppo appetito!

Chi ci tiene alla mortificazione della carne ora sa che a sua disposizione non c’è solo il digiuno: il colesterolo, per esempio, è un’alternativa molto più gioviale ed è quella che personalmente pratico e suggerisco1.

Riguardo quei famosi pasticcini incustoditi, cara Indie Travel, mica erano tanto incustoditi, come ricorderai c’era sempre una nonna o una mamma del laureando di vedetta sulla traiettoria del biscotto, pezzenti maledetti…

…mmm che fame, mo mando quell’altro a prendermi un panino da Burger King.2

Nella foto: il santone
inappetente di prima.

  1. Tra l’altro per digiunare avrete presto a disposizione l’eternità: mio nonno digiuna in pace dal 1986 e il santone indiano se lo beve lui con tutta l’India. []
  2. Grazie per il “quell’altro” (N.d.Esegeta). []

Dimostrazione che la Terra è piatta

scritto da Profeta Incerto
dic 27

Terra_Piatta

Eseguite questo semplice esperimento:

Prendete un bastone bello dritto. Va bene un qualsiasi bastone di legno o di metallo, l’importante è che sia in grado di estendersi all’infinito dalle due estremità senza piegarsi, come il bastone magico di Sun Wukong, il leggendario Scimmiotto di pietra.

Tenete il bastone parallelamente alla superficie del terreno e ordinategli di allungarsi più che può. Ovviamente farete in modo che esso non incontri alcun ostacolo mentre si allunga.

Bene. Adesso, mentre con il corpo continuate a reggere il bastone, trasmigrate la vostra anima nello spazio, posizionandovi preferibilmente lungo un’orbita equatoriale1.

Cosa osservate? State certi che non sarà una roba tipo quella della Figura A, nella quale il bastone allungatosi a dismisura trafora l’atmosfera terrestre e si proietta gagliardo nell’abisso cosmico.

Ciò che vedrete sarà simile alla Figura B: il bastone sembra essersi piegato lungo la superficie terrestre al punto che gli estremi si toccano ai vostri antipodi, come un gigantesco Hula Hoop spezzato da un infame al polo sud.

Ma aspettate un po’, noi avevamo stabilito per ipotesi che allungandosi il nostro bastone magico sarebbe rimasto diritto.

Dov’è dunque l’inghippo?

La spiegazione di quel che è successo ce la dà Einstein nella Relatività Generale con la geniale intuizione che lo spaziotempo si piega per effetto della gravità2: il bastone in realtà è rimasto perfettamente diritto, è lo spazio ad essere incurvato.

E per quanto riguarda la superficie della Terra? E’ di nuovo la curvatura dello spazio a creare questa sorta di illusione di sfericità: così come il bastone resta diritto correndo parallelo al terreno, così la Terra era e rimane piatta.

L’antichissima superstizione che la Terra sia rotonda, nata ai tempi di  Parmenide, è ahimé ancora dura a morire.

Solo quando le moderne verità scientifiche piegheranno l’ottusità del senso comune usciremo a buon diritto da questo smisurato codazzo di medioevo.

Nella foto: una pregiata illustrazione scientifica.
Apprezzabile anche come disegnino di due occhietti col monocolo.

P.S.
Questo articolo partecipa alla seconda edizione del Carnevale della Fisica.

  1. Può darsi che non ve l’ho detto, ma per maggior agevolezza esplicativa l’esperimento del bastone va effettuato al polo nord. []
  2. Chi volesse approfondire può studiarsi le geodetiche e rispondere poi al seguente quesito: la curva è una retta piegata o la retta è una curva dritta? []