Articoli Taggati ‘Infinito’

Il Crucituring

scritto da Profeta Incerto
Mar 22

Alan Turing - Crucituring

Tutti sapete chi è Alan Turing, ennesimo inglese che, come quell’altro, nacque frocio e morì per lo stesso motivo.

Oh, aspetta un attimo, ma Hollywood l’ha già fatto il suo bel filmone psicotropo moralista multimilionario con VIP e patonza e cattivi che si redimono, su Turing?1

Ah, non ancora?2

Allora molti di voi non sanno di chi parlo.

E magari non sanno nemmeno cos’è una Macchina di Turing.

Bravi che siete.

Vabbè, prima o poi o in un altro momento se ne riparla. Per adesso intanto:

Il Crucituring è una varietà di cruciverba il cui schema è costituito da un’unica riga orizzontale di lunghezza infinita, esattamente come il nastro di una Macchina di Turing.

Nelle caselle del Crucituring si possono inserire sia lettere che numeri.

Ecco le tre definizioni di questo schema, le parole o i numeri corrispondenti vanno inseriti uno di seguito all’altro separati da una casella nera.

1) Lo dice chi acconsente.
2) I decimali del pi greco.
3) Amò Tristano.

Buon divertimento.

Nella foto: visto che alla 46 c’è il Nonciverba,
la soluzione di questo è a pagina 47 (‘o muorto).

  1. Ci sarebbe Enigma di Michael Apted del 2001, tratto da un romanzo di Robert Harris che si ispira al lavoro di Turing durante la seconda guerra mondiale, ma in realtà il matematico inglese non viene nemmeno citato per nome (N.d.Esegeta). []
  2. No, non ancora (N.d.Esegeta). []

Il Paradosso dell’Onnipotenza

scritto da Profeta Incerto
Gen 14

Un giorno Dio decise di sgranchire un po’ la propria Onnipotenza.

– Qual è il prodigio più straordinario che potrei compiere – si chiese – per esprimere tutta la Gloria del Mio Infinito Potere?

Una delle più poderose idee che gli venne in mente fu quella di cessare di esistere, temporaneamente o addirittura per sempre.
– Mmm, forse non è abbastanza “glorioso”. Soprattutto è troppo facile.

Allora pensò di creare un Dio più potente di Sé e di adorarlo, ma nemmeno quest’idea lo entusiasmava: – Gli uomini ne sarebbero confusi. E poi no, è ancora una cosa troppo semplice da fare.

– Potrei centuplicare la mia stessa infinita Onnipotenza – Una sciocchezza.

Dopo averci rimuginato tutta la domenica pomeriggio Dio decise che sì, esistevano senz’altro alcune cose difficili da realizzare, ma non c’era niente che gli fosse realmente impossibile. L’evidenza di questo piccolo, doloroso limite lo riempì come di un vuoto, e così creò te, e tre quarti della palazzina tua.

Nel caso vi fosse disgraziatamente sfuggito il punto di questa famosa parabola1, ve lo sintetizzo in due righe: se Dio è onnipotente vuol dire che non è in grado di trovare nessuna cosa che non può fare, quindi non è davvero onnipotente.

Questo perché l’Onnipotenza stessa è una stronzata autocontraddittoria, come se a noi credenti ce ne fregasse qualcosa.

Tratteremo più in là nel tempo le insidie nascoste dietro altri fondamentali attributi di Dio. Si chiamano così.

Nella foto: non muore foglia che Dio non voglia.

  1. Tratta da: P.INCERTO, C’era una volta che un giorno crollò, ASSUMMA, 2002, p.31 []

Il Nonciverba

scritto da Profeta Incerto
Gen 6

Nonciverba

Chi è alla costante ricerca di Significati nutre spesso devozione verso i loro veicoli prediletti, ossia le parole.

Ora, non ricordo più come intendevo legare la frase che avete appena letto con quella che state per leggere quindi non mi sforzerò di farlo.

Io adoro i cruciverba, e spesso mi ci dedico nei momenti più lievi della giornata1.

Per voi fedeli appassionati di enigmistica una sfida estrema: il Nonciverba.

Trattasi di parole crociate a chiave senza schema e senza definizioni.

La sfida sta nell’individuare l’unica e sola soluzione corretta tra le infinite combinazioni possibili2.

Nello schema vanno naturalmente inserite un numero non dato di caselle nere.

La chiave dello schema è la sua soluzione, se le due corrispondono la soluzione è quella giusta.

Buon divertimento.

Nella foto: la soluzione è a pagina 46.

  1. La cacata del mattino, in particolare, ma anche subito dopo la meditazione. []
  2. Sì, lo so, non sono infinite. E’ più corretto dire che sono molto molto numerose. Che palle. []

Le Parabole del Profeta Incerto

scritto da Profeta Incerto
Gen 2

Y - Il Bivio

IL BIVIO1

C’erano una volta due strade, una portava sempre nella direzione giusta e l’altra sempre nella direzione sbagliata. Chi sceglieva la prima arrivava presto e agevolmente a destinazione, chi imboccava la seconda si perdeva senz’altro e non riusciva poi neanche a tornarsene indietro.

Queste regole erano esposte su un cartello al centro del bivio e chiunque poteva crederci o meno. Sergio ci credeva eccome, e poiché non aveva alcuna intenzione di perdersi era da un bel po’ che indugiava su quale fosse la via giusta da prendere. Con grande attenzione scrutava, ponderava, avanzava e indietreggiava, scrutava ancora.

Scegliere era ben difficile. Le strade, apparentemente identiche, procedevano affiancandosi parallele per l’infinito orizzonte visibile. Sembrava facile scavalcare nell’altra casomai ci si fosse accorti di avere sbagliato. A meno che oltre il limite dello sguardo le due vie non divergessero all’improvviso.

Venne la notte, passarono le stagioni, Sergio non si decideva più e non si decise mai. Fermo nel rifiuto di perdersi non realizzò mai di essersi già perso.

Nella foto: le tre direzioni di un bivio.

  1. Tratto da: P.INCERTO, C’era una volta che un giorno crollò, ASSUMMA, 2002, p.16 []

Aprite la mente. Troppo, richiudetela.

scritto da Profeta Incerto
Dic 9

scimmia intellettuale

 

Premendo a caso i tasti di una macchina da scrivere e avendo a disposizione un tempo infinito, riuscirebbe mai una scimmia a scrivere la Bibbia?

Indubbiamente sì, ma perché farlo quando in molto meno tempo potrebbe scrivere qualcosa di meglio?

Nella foto: scimmia che legge il giornale (a prima vista il giornale sembra rovesciato, in realtà è la scimmia che sta appesa al contrario).