Crea sito

Articoli Taggati ‘Lovecraft’

Lettere al Profeta Incerto

scritto da Profeta Incerto
Feb 10

Sigillo del Profeta Inceralacca

Maestro,
sappiamo che sei un appassionato di acrostici, ce ne faresti un paio di carini per carnevale? -=Luca&Mara=-


E’ vero ed è noto che durante i miei primi anni errabondi mi guadagnavo da vivere improvvisando acrostici nelle piazze1.

Fatalmente i passanti mi offrivano i propri nomi di battesimo, fidando che il mio estro avrebbe disvelato, schiudendole da quelle lettere, arcane divinazioni sul loro destino.

Sì sì, per 500 lire spicce… col cazzo.

Certi acrostici, rassegnatevi, non esprimono verità alcuna. Le eccezioni?
Beh, c’è quel famoso attore italiano che si chiama Sergio C.:

Certi attori sanno trasmettere emozioni luminose,
lui invece trasuda tediosa oscurità.

A proposito di oscurità potrei proseguire con questo cupo quadretto lovecraftiano, ispirato dal titolo del film Dal Tramonto all’Alba:

Dodici arpie librano tetre. Rosse albe muoiono oscurandosi.
Ninfe terrorizzate offrono alla luna lamentose adorazioni.
Lontane blasfemità ascoltano.

Che ne dite, cari L&M? 🙂
Sono abbastanza carini? 😉
Bene: fanno 70 euro tondi.

Nella foto: e v’è andata anche bene
che 2 su 3 erano repertorio.

  1. E depredando i conti correnti di famiglia (N.d.Esegeta). []

Lettere al Profeta Incerto

scritto da Profeta Incerto
Dic 18

venerato maestro,
perché quando scrivi non usi il plurale majestatis,come il papa?sabrina

Tanto per cominciare si scrive maiestatis, con la i di io non so scrivere.

Il plurale maiestatis consiste nell’uso della prima persona plurale al posto di quella singolare.

Roba da dilettanti.

Ho conosciuto filosofi che elaborano sistemi del mondo usando solo la vocale u e santoni che predicano per settimane in lingue indecifrate stando appesi per i genitali.

Personalmente scrivo utilizzando la quarta persona plurale, che somiglia quasi indistinguibilmente alla prima singolare (e quindi è perfettamente comprensibile) ma si trova in realtà traslata in una dimensione grammaticale parallela accessibile solo ai pochi iniziati che hanno avuto rivelazione delle sue regole occulte e blasfeme.

Tanto per capirci, cara Sabrina, questa risposta che tu hai letto in pochi secondi 1 a me è costata nottate di sanguinose privazioni, umiliazioni morali ed esistenziali, nonché paurosi abusi della mia intimità da parte di innominabili creature lovecraftiane.

“Come il papa…” ma lèvati, va’.

[email protected]

  1. Diciamo minuti. Compresi quelli che hai impiegato per capire che quel numerino rimandava a una nota. []

Il Paradosso della libertà (PDL)

scritto da Profeta Incerto
Dic 17

Manoscritti Pnakotici

Me ne stavo in beata pace sul mio giaciglio a sfogliare i Manoscritti Pnakotici – li alterno alla Settimana Enigmistica come lettura notturna – quando d’improvviso vengo distratto dalla libertà. Al punto che addirittura mi sono dovuto alzare per scriverne:

La riprova che oggi in Italia ci sia massima libertà di opinione e di espressione sta nel fatto che suddetta libertà si può liberamente attaccare.

E’ evidente infatti che c’è più liberta là dove alla libertà si può essere contrari, piuttosto che dove su di essa la si deve pensare tutti allo stesso modo.

Il mondo sarà più libero quando cesseranno quegli orrendi regimi dove la libertà non si può neanche mettere in discussione.

Nella foto: i Manoscritti Pnakotici con qualche
appunto per il Sudoku (a matita, dài).