Crea sito

Articoli Taggati ‘Papa’

Omaggio all’Europride

scritto da Profeta Incerto
Giu 9

Europride, la maglietta di Ratzinger

Nella foto: disponibile in vari colori e taglie, con o senza maglietta.


Umilmente Vostro

scritto da Profeta Incerto
Ott 19

Papa - il Servo dei Servi di Dio

Ci si può autoproclamare umili?

Umiltà e modestia sono proprietà che in qualche modo implicano il non potersene vantare.

La parabola di oggi1 esplora questo concetto in maniera mirabile, esemplare, assolutamente geniale e stupefacente, mamma mia che bravo che sono.

Buona lettura e meditazione.

Va detto che io sono una persona davvero umile. Forse la più umile al mondo.

Beh, leviamo pure il forse.

Leviamo pure il beh.

Ne ho conosciute, io, di persone umili. Ma in tutta sincerità nessuna di queste era umile quanto sono umile io.

Sì, senza dubbio: io sono la persona più umile che ci sia al mondo.

Adesso che ci penso, non solo di questo mondo.

Se prendiamo tutti i mondi dell’universo e li immaginiamo popolati di creature cui abbia senso riferire l’aggettivo “umile”, io risulterei senz’altro più umile rispetto a ognuna di esse.

Ma se anche queste creature le prendessimo tutte insieme e sommassimo le loro piccole umiltà individuali in un’unica gigantesca Umiliona, la MIA umiltà risulterebbe ancora la più imponente.

La mia è certamente l’unica, definitiva, ineguagliabile, indissolubile, indivisibile umiltà che si possa mai assennatamente considerare. In assoluto, cazzo.

Se l’umiltà di Dio si potesse misurare la mia sarebbe il doppio, il triplo, il quadruplo.

PROSTRATEVI TUTTI innanzi alla mia umiltà, vermi.

Nella foto:
il Servo dei Servi di Dio,
tutto vestito da servo.

  1. Tratta da: P.INCERTO, C’era una volta che un giorno crollò, ASSUMMA, 2002, p.31 []

Lettere al Profeta Incerto

scritto da Profeta Incerto
Dic 18

venerato maestro,
perché quando scrivi non usi il plurale majestatis,come il papa?sabrina

Tanto per cominciare si scrive maiestatis, con la i di io non so scrivere.

Il plurale maiestatis consiste nell’uso della prima persona plurale al posto di quella singolare.

Roba da dilettanti.

Ho conosciuto filosofi che elaborano sistemi del mondo usando solo la vocale u e santoni che predicano per settimane in lingue indecifrate stando appesi per i genitali.

Personalmente scrivo utilizzando la quarta persona plurale, che somiglia quasi indistinguibilmente alla prima singolare (e quindi è perfettamente comprensibile) ma si trova in realtà traslata in una dimensione grammaticale parallela accessibile solo ai pochi iniziati che hanno avuto rivelazione delle sue regole occulte e blasfeme.

Tanto per capirci, cara Sabrina, questa risposta che tu hai letto in pochi secondi 1 a me è costata nottate di sanguinose privazioni, umiliazioni morali ed esistenziali, nonché paurosi abusi della mia intimità da parte di innominabili creature lovecraftiane.

“Come il papa…” ma lèvati, va’.

[email protected]

  1. Diciamo minuti. Compresi quelli che hai impiegato per capire che quel numerino rimandava a una nota. []

Gli Otto Comandamenti

scritto da Profeta Incerto
Dic 12

mose

Per i CCCP (Cristiano Cattolici Credenti Praticanti) osservare i Dieci Comandamenti è la via maestra verso la santità e la vita eterna. Ne sia riprova la virtù e l’esempio di alcuni tra i più noti cattolici italiani: Silvio Berlusconi, Rocco Buttiglione e Totò Riina.

Per carità, niente da dire sui Dieci Comandamenti, a parte che sono troppi. Comunque più di quelli che servivano.

Per esempio il DecimoNon desiderare la roba d’altri” rende perfettamente superfluo il SettimoNon rubare”: se uno non desidera non ruba1.

Stesso discorso per quanto riguarda il NonoNon desiderare la donna d’altri” che, sì certo, denota un sottile allentamento dell’implacabile maschilismo divino (giacché qui addirittura si distingue la donna dalla roba), ma rende totalmente inutile il SestoNon commettere adulterio”, specie alla luce della fondamentale precisazione di Gesù in Matteo 5,27-28: “chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore”.

Dio avrà pensato: repetita iuvant2: è probabile che al branco di pecorai che lo adoravano ai tempi di Mosè fosse necessario ribadire i concetti. Ma da allora sono trascorsi millenni di civiltà cristiana e possiamo fare a meno di tutte le sgraziate ridondanze dei Dieci Comandamenti: dimostriamo a Dio che siamo diventati svegli e aboliamone due!

Proporrò la questione alla CEI non appena mi invitano di nuovo3.

Nella foto: Mosè con in braccio i Dieci Comandamenti.
E dovreste vedere il resto della sua Bibbia.

  1. A meno che non sia cleptomane… ma vabbè, non si può stare dietro alle scemenze di chiunque, all’inferno gli passerà la voglia di infilarsi le cose in tasca. []
  2. A Dio piace il latino. Come a papa Ratzinger. Spesso lo ballano insieme. []
  3. Non lo faranno più. []