Crea sito

Articoli Taggati ‘Sesso’

Aforismi del Profeta Incerto

scritto da Profeta Incerto
Dic 9

Chi vuol esser lieto, sia: chi non vuole cazzi sua.

Più conosco gli uomini, più amo le donne.

La democrazia è la forma di governo preferita oggi dai migliori dittatori.

Il caso non esiste, e se esiste non è un caso.

Il modo migliore per non impazzire
è essere già pazzi.

Per essere felici basta accontentarsi di quello che si ha.
Il problema è quello che hanno gli altri.

Dio ha detto “non desiderare la roba d’altri”
quindi, prete, non desiderare la mia salvezza.

La chiesa sostiene, propugna e difende la famiglia. Come la mafia.

Per una rondine è sempre primavera.

Sii te stesso, ma non spesso.

Ci sono persone così egoiste che a me non ci pensano.

Il sesso ci accomuna alle bestie, per questo è la cosa che più ci nobilita.

Se una cosa si può fare non è contronatura.

Cambio spesso idea, non sono coerente.
Sapete chi è molto coerente? I morti.

Per fare teoria ci vuole pratica.

La frutta fa bene:
fatevi le pere.

Se non riesci con le cattive prova con le perfide.

Nulla si crea nulla si distrugge,
tranne in filosofia, religione e politica.

Se un albero cade nella foresta e nessuno lo sente,
stanno disboscando per farci un centro commerciale.

Se qualcuno ti sputa in faccia, non è detto che sia disprezzo:
Gesù ci guariva i ciechi.

Compito dei profeti è dire le cose, qualcuno poi penserà a spiegargliele.

Dietro ogni scoreggia c’è uno stronzo.

Il test di Turing è inutile.
Conosco umani che non lo supererebbero.

Inciampare in un gradino, la saponetta che scivola di mano,
una pasta leggermente scotta, trovare parcheggio più lontano del solito…
Sono quelle piccole cose che, tutte insieme, fanno una giornata di merda.

La verità è che non ho alcuna certezza, ma non ne sono sicuro.

Comunque guardo i fatti giungo sempre alla conclusione
che Dio ha più cose da farsi perdonare da noi che noi da lui.

Nella foto: auliche ispirazioni.


Ora Pornòbis

scritto da Profeta Incerto
Mag 24

“Poco sesso allontana da Dio, molto riconduce a Lui.”
(S.Agostino)

La riprova di questa massima millenaria è che Dio viene ormai invocato più spesso nei film porno che non in chiesa.

Invano? Boh, questo se permettete lo lasciamo decidere a Lui.

Buona Visione.

Nella foto: un video-sillogismo di 40 sec.


Lettere al Profeta Incerto

scritto da Profeta Incerto
Mag 7

Sigillo del Profeta Incerto

Egregio Profeta Incerto,
perché scrivi tutte queste cazzate? Ernesto M.

Cazzate lo dici a tua madre, Ernesto, che tra l’altro mi scopo a pagamento (sì, tipo puttana, solo che paga lei).

Grazie per la domanda, io sono convinto che il cervello sia un organo essenzialmente ludico che accidentalmente assolve anche a funzioni vitali, né più né meno del mio pisello.

Occasionalmente questa attività ludica ha importanti risvolti epistemologici, permettendoci di scorgere piccoli lembi di verità universali oppure, cosa ancor più eccitante, di cozzare contro i limiti delle nostre possibilità di conoscenza.
A volte anche il cervello ci riesce.

E’ vero che sei bellissimo??? •°o.O@Lisa’92

Posso dirti che la Madonna mi appare spesso solo per guardarmi. Fai te.

Hai un quesito per il Profeta? Scrivi a:
[email protected]


Meritocrazia Vs Mignottocrazia

scritto da Profeta Incerto
Apr 28

Olivetto Lettera 22

Facciamo finta che possedere un lavoro sia, di per sé, una cosa desiderabile.

Immaginiamo ora anche un’altra situazione ipotetica: io sono un ricco imprenditore che ha bisogno di una segretaria di bella presenza, metto un annuncio e mi si propongono a colloquio 10 giovani candidate.

La meritocrazia è quel sistema di valori per cui, delle 10 candidate, scelgo quella che parla meglio inglese, che ha il curriculum più appropriato, che batte più veloce al computer, che conosce Office, e così via.

La mignottocrazia è quel sistema per cui do il lavoro a quella che durante il colloquio mi fa un pompino – scusate il burocratese.

Battezzata guardacaso in Italia1, la mignottocrazia2 alle volte è causa di scandalo, come se il sesso in cambio d’altro fosse una roba nuova o strana:

– Sai, ho sentito di una che ha fatto sesso in cambio di denaro e/o favori.
– Nooooooooooo!

In Italia chi è disposto a certi compromessi arriva sempre più su e sempre prima, a discapito di quelli bravi che se lo meritavano loro.

E intanto la società s’imbarbarisce, la cultura s’avvizzisce, lo studioso s’incupisce.

Non c’è dunque futuro lavorativo per chi pratica la conoscenza e l’impegno? I meritevoli sono una categoria condannata dalla selezione darwiniana?

No, macché. Quando il numero di quelli disposti a dare sesso in cambio di lavoro supererà una certa soglia di saturazione, mignottocrazia e meritocrazia insieme riveleranno un inedito e virtuoso bilanciamento.

Se 10 su 10 potenziali segretarie sono disposte a dartela durante il colloquio di lavoro finisce infatti che, in mancanza di altri criteri, scegli quella che dattilografa meglio.

Gli italiani, che quella soglia ce l’hanno dietro l’uscio, costituiranno l’avanguardia di una nuova fulgida utopia mignotto-meritocratica, e per di più direi senza meritarselo!

Per partecipare inviate cv con foto a [email protected]

Nella foto: consiglio ai giovani:
imparate a battere.

  1. Il divertente neologismo è di Paolo Guzzanti, noto creatore di comici. []
  2. In realtà l’accezione di Guzzanti è un po’ diversa ma insomma, vabbè. (N.d.Esegeta) []

Un blog che non parla di sesso

scritto da Profeta Incerto
Gen 9

Schizzi di spumante

Oggi questo blog ha un mese di vita. In meno.

Rispetto cioè a un mese fa è esattamente di un mese più vicino alla Fine1.

Approfitto della ricorrenza per un’importante dichiarazione sul rapporto tra questo blog e il sesso. Comincerò da una banale constatazione: il sesso è uno degli argomenti più cliccati nel mondo reale, ed è di gran lunga la cosa più cercata su internet.

Purtroppo i pur sofisticatissimi algoritmi dei principali motori di ricerca faticano a trattare un comune paradosso del linguaggio: quello per cui non si può affermare di non voler parlare di una cosa senza parlarne.

Questo comporta che se la signora Lucia, madre apprensiva e cattolica diligente, va su Google e cerca per la sua bambina un sito che non parla di sesso, ottiene come bel risultato una sfilza di siti che parlano di sesso.

Sfruttando l’inverso dello stesso principio Antonello, webmaster senza Dio di uno scrausissimo blog sulle malattie degli arbusti, intrufola nei suoi post tra un pidocchio e una cocciniglia qualche parola zozza a vanvera per fare abboccare i pipparoli e contare più visite.

Il trucchetto da quattro soldi di Antonello viene stigmatizzato dagli help di tutti i motori di ricerca, ma lui se ne sbatte e tra un innesto e una sistola continua a insinuare di porno amatoriale, doppia penetrazione, dildo gigante, moglie ninfomane, sesso con cavallo, sado, maso, sadomaso, pompini, blowjob, pissing, gangbang, gang bang, bukkake fetish trans lesbiche donne incinte vecchie nane storpie negre morte.

Dinanzi a questo degradante sprofondo della dignità umana mi sento di rivolgermi a tutte le Lucie immacolate madri di famiglia per tranquillizzarle: non abbiate paura, lasciate che le vostre bimbe vengano a me, perché vi garantisco che questo è un blog che non parla di sesso.

O più precisamente ne parla giusto il necessario che occorre per non parlarne, che come abbiamo visto è la stessa cosa. Parola di Profeta Incesto, ciucco di spumante dalle 8 di stamattina2.

Nella foto: schizzi e fiotti di festa su tutti voi.

  1. Tutto ha una fine. Poi ci sono anche cose che non finiscono, come questa fra []
  2. Dalle 8 di ieri sera (N.d.Esegeta). []