Crea sito

Creazionismo vs Evoluzionismo

scritto da Profeta Incerto
Gen 30

Adamo e Eva secondo Darwin

Perché i cristiani sono tendenzialmente contrari alla teoria dell’evoluzione?

E’ evidente: gli evoluzionisti sostengono che i primi uomini erano come erano. Se i cristiani accettassero questo, in base al principio che Dio ha fatto l’uomo a Sua immagine e somiglianza, dovrebbero concludere che Dio è basso, peloso e cammina a quattro zampe.

Se gli evoluzionisti hanno ragione ci sta che i creazionisti prima o poi si estingueranno. Se hanno ragione i creazionisti allora saranno gli evoluzionisti a estinguersi. Ma questo sarebbe una ulteriore prova che avevano ragione loro1.

Il Profeta Incerto e i suoi seguaci appoggiano l’appello di Aldo Piombino al creazionista vicepresidente del CNR affinché per par condicio sostenga l’elezione di un cardinale darwiniano.

Nella foto: Adamo ed Eva secondo
l’interpretazione evoluzionista.

  1. Loro chi? []

Tags: , , ,

Categorie: Appunti Eretici ,Politica


7 Commenti a “Creazionismo vs Evoluzionismo”

  1. PopingaNo Gravatar ha detto:

    Mi aspettavo la foto del cardinale darwiniano: uno scimpanzè vestito di porpora che benedice con un’aspersorio-banana.

  2. gaiezzaNo Gravatar ha detto:

    a bischero! Dove sei finito?

  3. Profeta IncertoNo Gravatar ha detto:

    Pregevole suggerimento Popinga, ah se il ritocco grafico fosse agevole quanto la telecinesi o l’oinomanzia…

  4. Profeta IncertoNo Gravatar ha detto:

    Gaiezza, la tua stessa mi riempie di sé.

  5. revisionistaNo Gravatar ha detto:

    Avanti, dobbiamo indietreggiare!

  6. Paramattha SaccaNo Gravatar ha detto:

    Grazie tante per il rinvio all’articolo su “Scienze e Dintorni”! Non male, il Professor De Mattei (storico? davvero??) che definisce l’evoluzionismo “un’ipotesi eticamente aberrante” e che dichiara che “l’evoluzione è solo un’ipotesi filosofica, che non ha trovato un serio supporto da parte della ricerca empirica”.
    Ma le possibilità per un cardinale darwiniano come stanno? Nella enclicopedia “Humani Generis” (1950) Pio XII dette brevemente il permesso a teologi e scienziati cattolici di considerare la possibilità di forme di vita preesistenti dalle quale l’uomo potrebbe essersi evoluto. Giovanni Paolo II, qualche annetto dopo (ovvero nel 1996) dichiarò nel suo discorso davanti alla accademia pontificia delle scienze che “oggi, più di mezzo secolo dopo l’edizione di quella enciclopedia (sì, stava parlando di Humani Generis…beh, che volete, per chi si occupa di eternità il contare dei secoli, mezzi o no, è un compito che crea confusione- nota dell’autore), alcune scoperte ci portano verso il riconoscimento che l’evoluzione è più che un’ipotesi.”
    Benedetto XVI infine arrivò a menzionare l’evoluzione nel suo primo discorso da papa, affermando: “Non siamo soltanto il prodotto casuale e senza senso dell’evoluzione.”
    Chi s’intende di politiche di non riconoscimento sa che menzionare pubblicamente il soggetto non riconosciuto, anche in forma negativa, di solito è il primo passo verso il riconoscimento.
    Dovendo aspettare ancora un po’ il finale della partita tra evoluzionisti e creazionisti, dobbiamo dunque, non senza rammarico data la simpatia per l’eccellente autore (evoluzionista convinto), scartare la teoria conciliatoria di Stephen Jay Gould, ovvero che religione e scienza siano delle NOMA (“not overlapping magisteria” -magisteri non sovrapponibili), che non si possono mischiare non potendo dare nessuna delle due risposte ai quesiti poste dell’altra.
    Un cardinale darwiniano? Noi diciamo: Che si chieda direttamente un papa!

  7. God's proprietyNo Gravatar ha detto:

    Un occhio all’interno di una piramide? ILLUMINATI!!

Lascia un Commento