Crea sito

Articoli Taggati ‘Gesù’

Aforismi del Profeta Incerto

scritto da Profeta Incerto
Dic 9

Chi vuol esser lieto, sia: chi non vuole cazzi sua.

Più conosco gli uomini, più amo le donne.

La democrazia è la forma di governo preferita oggi dai migliori dittatori.

Il caso non esiste, e se esiste non è un caso.

Il modo migliore per non impazzire
è essere già pazzi.

Per essere felici basta accontentarsi di quello che si ha.
Il problema è quello che hanno gli altri.

Dio ha detto “non desiderare la roba d’altri”
quindi, prete, non desiderare la mia salvezza.

La chiesa sostiene, propugna e difende la famiglia. Come la mafia.

Per una rondine è sempre primavera.

Sii te stesso, ma non spesso.

Ci sono persone così egoiste che a me non ci pensano.

Il sesso ci accomuna alle bestie, per questo è la cosa che più ci nobilita.

Se una cosa si può fare non è contronatura.

Cambio spesso idea, non sono coerente.
Sapete chi è molto coerente? I morti.

Per fare teoria ci vuole pratica.

La frutta fa bene:
fatevi le pere.

Se non riesci con le cattive prova con le perfide.

Nulla si crea nulla si distrugge,
tranne in filosofia, religione e politica.

Se un albero cade nella foresta e nessuno lo sente,
stanno disboscando per farci un centro commerciale.

Se qualcuno ti sputa in faccia, non è detto che sia disprezzo:
Gesù ci guariva i ciechi.

Compito dei profeti è dire le cose, qualcuno poi penserà a spiegargliele.

Dietro ogni scoreggia c’è uno stronzo.

Il test di Turing è inutile.
Conosco umani che non lo supererebbero.

Inciampare in un gradino, la saponetta che scivola di mano,
una pasta leggermente scotta, trovare parcheggio più lontano del solito…
Sono quelle piccole cose che, tutte insieme, fanno una giornata di merda.

La verità è che non ho alcuna certezza, ma non ne sono sicuro.

Comunque guardo i fatti giungo sempre alla conclusione
che Dio ha più cose da farsi perdonare da noi che noi da lui.

Nella foto: auliche ispirazioni.


Dio e gli Alieni

scritto da Profeta Incerto
Set 17

Esacrocifissione, o crocifissione ad asterisco.

Esistono gli alieni?

La questione è scientifica e anche filosofica, ma noi oggi ci soffermeremo, guarda un po’, sulle sue implicazioni teologiche.

Il Dio Padre Nostro, che sta nei cieli ma non troppo oltre la stratosfera, in una prospettiva cosmica è un dio prettamente locale: Dio ha creato l’uomo a sua immagine e somiglianza (non il venusiano), Gesù si è fatto uomo (non marziano), è morto sacrificandosi per noi (non per i vulcaniani).

Un’eventuale civiltà aliena come si colloca nel disegno della Creazione?

Per dire, in quale sottinteso passaggio della Genesi Dio avrebbe creato gli abitanti di Andromeda? Li ha fatti il quarto giorno con le stelle? O forse il sesto insieme agli animali? Gli extraterrestri hanno un’anima? Vanno in paradiso e all’inferno in base alle solite 10 regole mosaiche?1 Una civiltà extraterrestre implica anche un Gesù, una Bibbia, un patto di Alleanza alieno?

In definitiva, non è che l’uomo di qua l’uomo di là, e poi salta fuori che Dio fa il doppio gioco con gli omini verdi?

Aspe’, rallenta un attimo.

Quanto detto ha senso solo se questi benedetti alieni esistono davvero. Ma l’uomo potrebbe anche essere la sola specie intelligente nell’universo.

Questo spiegherebbe perché Dio investa il suo infinito tempo e le sue infinite energie tutte e soltanto su di noi.

…Sì, come no, certo.

La sola specie intelligente, sicuro.

Io non ho bisogno di aspettare l’area 51 per sapere se gli extraterrestri esistono o no, io guardo il cielo e do per scontato che nell’universo ci siano migliaia o milioni di intelligenze più antiche e più evolute di quella umana2.

Se non possediamo ancora le “prove” questo conferma solo la nostra piccolezza, non la loro inesistenza.

Ma allora come la mettiamo? Come si conciliano Dio e gli alieni?

L’unica spiegazione è che esista una spartizione del potere divino su base territoriale: in pratica Lui si occupa solo della giurisdizione terrestre, c’è poi una rete di suoi colleghi dèi a noi sconosciuti che comandano dalle altre parti3. Farci credere di essere gli unici figli e prediletti è solo un vanitoso artificio che queste divinità, tipicamente permalose e possessive, adottano per farsi adorare in maniera esclusiva.

E noi? Questi dèi extraterrestri ci riguardano in qualche modo?

Assolutamente no, tranne per il fatto che essendo miliardi e con un sacco di nomi improbi, è molto probabile che ogni volta che fate uno sbadiglio o un rutto ne bestemmiate una decina.

Se quando morite trovate gli angeli con le antenne al posto dell’aureola e i diavoli con le spade laser invece dei forconi ora sapete perché.

Nella foto: la croce esacolare a cui
su Xandor IV (il pianeta dei ghiacci) fu
appeso per i tentacoli Sgruff, il Gesù locale.

  1. “Onora la tua ascendenza gamica”, “Non desiderare le spore d’altri”… []
  2. Capirai che sforzo. []
  3. Ricordiamo che il comandamento “Non avrai altro Dio all’infuori di me” sottindende l’esistenza di altre divinità (n.d.Esegeta). []

Povero Cristo?

scritto da Profeta Incerto
Gen 3

Bottega Compro Oro Incenso & Mirra

Si sa che la Chiesa ha sempre sostenuto l’idea di un Gesù estremamente povero fin dalla nascita1.

Ogni anno, nel presepe, tutti i buoni cattolici rappresentano graficamente l’indigenza del nascituro attraverso la grotta, la mangiatoia, il bue, l’asinello, il freddo e il gelo.

Tutto questo fino al 6 gennaio, giorno in cui arrivano i tre Re Magi2 e portano a Gesù, ancora in fasce, doni in oro incenso e mirra.

E guarda un po’, ogni anno proprio quel giorno si smonta tutto in fretta e furia e fine della storia via tutto negli scatoloni se ne riparla l’anno prossimo da capo con la capanna, il freddo, il gelo, ecc.

Oro, incenso e mirra. Doni dall’alto valore simbolico, certamente, nondimeno a quei tempi squisitissimi anche come beni rifugio.

Eppure si insiste sempre con questa storia che Gesù Bambino era povero, mamma mia com’era povero, guarda lì che povero che era…

A me quando sono nato m’hanno regalato due ciucciotti e un bavaglino, vedete un po’ voi.

Certo, Gesù povero lo è stato. Per 12 giorni.

Che succede nel presepe dal 7 di gennaio?

Cosa c’ha fatto la Sacra Famiglia con l’oro, l’incenso e la mirra donata dai Re Magi?

E quanto oro e incenso e mirra i Magi hanno donato a Gesù? Non si saranno fatti tutta quella sfacchinata dietro la cometa a dorso di cammello per portare un braccialettino o un sottobicchiere: vai a omaggiare il Re dei Giudei, mica Pippo lo Stagnaro, come minimo avranno portato once e once delle preziose sostanze3, una bella svolta per la vita di un falegname e di una ragazza madre.

Che ne ha fatto Gesù di tutto quel scusate il termine ben di Dio?

Come mai a un certo punto sparisce da tutte le cronache e ricompare a trentanni?

Pensateci tra una calza e uno spumantino4.

Nella foto: tipica bottega dell’epoca che per
qualche motivo non si vede mai in un presepe.

  1. Cristo “si è fatto povero per voi” (2Cor 8,9) (N.d. Esegeta). []
  2. O era la Befana?… Maledetti pagani, non fate che confondermi! []
  3. Le unità di peso comuni in tutti i paesi medio-orientali erano allora sicli, mine e talenti. Once non so come gli è venuto. (N.d.Esegeta). []
  4. Tra l’altro per rispondere definitivamente alle millenarie critiche sull’opulenza della Chiesa cosa c’è di meglio di un Gesù Cristo anche lui pieno d’oro? Cazzo ma ve le devo proprio suggerire tutte io? []

La Chiesa ha Duemila Anni

scritto da Profeta Incerto
Set 13

Quanti anni ha Gesù Cristo?

L’autorità della Chiesa si fonda, oltre che sulla sua autorità, anche sulla sua antichità.

La cristianità infatti esiste da più di duemila anni.

Un sacco di tempo, no?

Beh, no.

Ma proprio no, per niente proprio.

Duemila anni sono veramente un cazzo di uno sputo di niente.

Se duemila anni vi sembrano tanti che mi dite allora dei cinque miliardi di anni terrestri prima di Gesù? E dei dieci miliardi di anni che separano il Big Bang dalla formazione della Terra?

Dinanzi a cotali cifre la storia cristiana svanisce semplicemente1.

Da buoni cristiani mi obietterete che no, non è che Gesù è nato duemila anni fa quando è stato partorito da Maria, Egli c’era già fin da prima di tutti i secoli, in quanto da sempre unito e consustanziale2 a Dio Padre e allo Spirito Santo nella Santissima Trinità.

La domanda legittima è piuttosto un’altra: che ha fatto Gesù Cristo per tutto quel tempo?

Ho la sensazione che l’intera faccenda sia legata a qualche antica frizione all’interno della stessa Trinità.

FIGLIO
Padre, scusa per quello che ho detto prima.

PADRE
In fondo mi permetti di rodarmi col perdono.

FIGLIO
Nessun rancore allora?

PADRE
Ti sembro il tipo? Figliolo, adesso che ho creato l’universo ho deciso di mandarti sulla Terra.

FIGLIO
Che bello, preparo le mie cose e… Terra?

PADRE
Sì.

FIGLIO
Dov’è?

PADRE
Non c’è.

FIGLIO
Oh.

PADRE
Non esiste ancora, devi pazientare un po’.

FIGLIO
Nessun problema.

PADRE
Devi pazientare quindici miliardi di anni.

FIGLIO
Quindici miliardi di anni?

PADRE
Tempi tecnici.

FIGLIO
Perché, perché fai così? Lo sanno tutti che ti basterebbe solo volerlo e in un attimo… Scusa ti stavo di nuovo contestando. Magari intanto faccio la valigia, ok? Quanto tempo dici che starò fuori?

PADRE
33 anni.

FIGLIO
Intendi miliardi di anni, vero?… No? Milioni?

PADRE
33 anni.

FIGLIO
Devo aspettare 15 miliardi di anni per stare sulla Terra 33 anni?

PADRE
Naturalmente non ci vai per divertirti ma per lavorare.

FIGLIO
Altro?

PADRE
Sai cos’è una crocifissione?

SPIRITO SANTO (dal tinello)
A tavola!

Saranno certi preconcetti freudiani sul rapporto coi genitori, ma io non me la figuro per niente una convivenza facile.

Dunque, che dicevo sui duemila anni? Ah sì, che sono un cazzo, l’ho già detto all’inizio, bene, allora a posto così.

Nella foto: confronto visivo tra la linea temporale universale e
quella della “antica” Chiesa Cristiana (ingrandita
1.000 volte, sennò neanche si vedeva).

 

  1. E più in generale quella umana tutta, ma rimaniamo sul pezzo. []
  2. Per motivi fiscali. []

Semidei in provetta

scritto da Profeta Incerto
Dic 24

Presepiopio

Perché la Chiesa è contraria alla fecondazione artificiale quando Dio stesso l’ha usata per mettere incinta Maria?

Nella foto: del tema dell’incesto ne parliamo
il Natale prossimo. Tanti auguri a tutti!


Il Paradosso di Steve Jobs

scritto da Profeta Incerto
Ott 8

The Steve Jobs's Paradox

Vivete ogni giorno della vostra vita come fosse l’ultimo.

Ce lo raccomandò Gesù Cristo1, e Steve Jobs ce l’ha ribadito.2

Così ieri ho speso tutti i miei averi in puttane e vizi, ho mandato a fanculo tutti gli stronzi che conosco, ho ucciso cinque/sei persone che se lo meritavano, più uno che non se lo meritava.

Problema: ieri non era l’ultimo giorno.

E chi glielo va a spiegare ora?

Eh, Steve, ora chi glielo spiega?

Nella foto: iPod, iPad, iPhone, iMac, iRottoilcazzo.

  1. Si riferisce, un po’ arditamente, al “Vegliate!” in Marco 13,33–37. (N.d.Esegeta). []
  2. Mancherebbe anche Seneca. (N.d.Esegeta). []

Lettere al Profeta Incerto

scritto da Profeta Incerto
Gen 9

Sigillo del Profeta Incerto

Caro Profeta, secondo te una donna potrà mai diventare papa?Elettra

Cara Elettra, certo che sì, ma non facendosi eleggere (conclavare) tale.

La Chiesa Cattolica vuol bene alle donne, e ogni volta che può lo ribadisce con la sua voce imperiosa e baritonale. Eppure a tutt’oggi una donna non può fare il prete, come mai?

Il problema è che a Dio delle donne, ecco, non è vero che non gliene frega nulla, semplicemente gliene frega meno.

Tanto per cominciare Dio è padre, e non madre. Naturalmente Dio non ha sesso, certo. Però intanto è padre, e non madre.

Inoltre nei piani iniziali di Dio c’era l’idea di creare Adamo e basta1. Poi, dopo, siccome quello a stare da solo si annoiava crea prima gli animali e poi Eva, usando una sua costola2.

Eva, la prima donna. In realtà se ci pensate la donna non esiste di per sé: il culmine supremo dell’arte di Dio viene espresso nella creazione maschile, la donna è solo un modello di uomo fisicamente modificato allo scopo di sollazzare Adamo. Biblicamente sarebbe più corretto chiamarla “uomo femmina”.

Fin qui Dio. Qualche poi più tardi ci si mette anche Gesù che, a ribadire, sceglie come apostoli ben dodici uomini e nessuna donna3.

Per tornare alla tua domanda, Elettra, esiste una sola possibilità per una donna di sedere sul soglio pontificio, ed è che il papa non appena eletto si faccia operare – zic – e cambi sesso.

E l’uomo creò la donna dal don.

Maestro, perché ce l’hai tanto con Dio?
Giuljo84

Mi deve dei soldi.

Hai un quesito per il Profeta? Scrivi a:
profetaincerto@gmail.com

  1. Questo secondo la versione Jahvista del racconto della Creazione, ritenuta la più antica delle due presenti nel Libro della Genesi (N.d.Esegeta). []
  2. Un rapido test: quante costole abbiamo? Qualcuno di voi se lo ricorda al volo senza wikipedia? Esatto, neanche io. La verità è che fondamentalmente a nessuno gliene frega un cazzo delle costole. Se Dio avesse voluto dare rilevanza alla creazione della donna avrebbe scelto una parte del corpo più significativa, che so, un pezzo di cuore, un polmone, un dito del piede. []
  3. E’ questa la ragione teologica ufficiale per cui la Chiesa Cattolica non concede alle donne il sacramento dell’Ordine (N.d.Esegeta). []

La Moltiplicazione dei Pani

scritto da Profeta Incerto
Mar 7

Croce Delizia

Oggi vi insegnerò a fare un miracolo.

Si tratta della moltiplicazione dei pani, resa popolare da Gesù di Nazareth.

In pratica si fa così: si prende un pezzo di pane e si divide a metà.

Ecco fatto. Ora avete due pezzi di pane.

Non c’è trucco né inganno1.

Qualcuno dirà: ma Gesù da un pezzo di pane ne ha cavati almeno quattromila!

E che ci vuole, basta che ogni mezzo pane venga a sua volta spezzato a metà, e poi ancora e ancora per una dozzina di volte a malapena. Vedrete che ve ne avanza pure.

Questo prodigio è reso possibile da una sottile discrepanza che esiste tra la matematica e l’esperienza quotidiana. In matematica se dividi un numero per due ottieni la sua metà, per esempio 8 diviso 2 fa ragionevolmente 4.

Nella vita di tutti i giorni se spezzi, strappi, tagli, rompi nel mezzo, non rimani con una metà bensì con due. In questo senso quando dividi per due una cosa, il più delle volte in realtà la raddoppi.

Quando invece la raddoppi, la raddoppi.

Quando invece una cosa prima la raddoppi e poi la dividi per due, la quadruplichi.

Se ne conclude che le divisioni che insegnano a scuola, quelle col resto di due, quelle che quante volte ci sta, quelle che non si può fare, quelle col dividendo, il divisore, il quoziente, il quoto e la quota, nel mondo reale non esistono e sono anzi fuorvianti.

E nessuno si deve vergognare se non è mai riuscito a impararle2.

Nella foto: un noto simbolo aritmetico adottato dai cristiani,
o viceversa, che ne so, comunque ho bisogno di Nutella.

  1. Funziona anche coi pezzi di pizza. []
  2. Puttana la maestra, mi hai rovinato la vita… []

Buon non-compleanno Gesù!

scritto da Profeta Incerto
Dic 25

Bue_Giuseppe

Che Gesù di Nazareth non è realmente nato il 25 dicembre ormai lo sanno anche i sassi, e se glielo chiedete si offendono pure.

Molti meno sanno che il 25 dicembre era festa già per una miriade di popoli antichi. I romani, per dirne una, festeggiavano il Dies Natalis Invicti Solis proprio il 25 dicembre.

Meno ancora sanno che siccome Giuseppe e Maria non hanno consumato, il loro matrimonio è nullo secondo l’attuale diritto canonico, quindi i genitori di Gesù erano una coppia di fatto.

Meno ancora sanno che Gesù, essendo nato da Dio e da donna umana, era solo un semidio, e per questo non sapeva volare.

Meno ancora sanno che c’è un messaggio segreto di Dio nascosto nella parola “NATALE sotto forma di acrostico. Il messaggio è

Non Aver Timore: Amami. LEterno.”

Prodigioso, vero?
Alcuni studiosi sostengono tuttavia che il messaggio esatto sia

Non Affannarti. Ti Attende Lucifero Egualmente.”

Al momento sono troppo sbronzo per pronunciarmi su quale sia1

Nella foto: San Giuseppe… No, cazzo… è che ho cercato
presepe + cornuto”. Vabbè, scusate, tutto quello spumante… Auguri.

  1. In questo punto il testo è interrotto perché il Profeta si è definitivamente abbioccato (N.d.Esegeta). []

Gli Otto Comandamenti

scritto da Profeta Incerto
Dic 12

mose

Per i CCCP (Cristiano Cattolici Credenti Praticanti) osservare i Dieci Comandamenti è la via maestra verso la santità e la vita eterna. Ne sia riprova la virtù e l’esempio di alcuni tra i più noti cattolici italiani: Silvio Berlusconi, Rocco Buttiglione e Totò Riina.

Per carità, niente da dire sui Dieci Comandamenti, a parte che sono troppi. Comunque più di quelli che servivano.

Per esempio il DecimoNon desiderare la roba d’altri” rende perfettamente superfluo il SettimoNon rubare”: se uno non desidera non ruba1.

Stesso discorso per quanto riguarda il NonoNon desiderare la donna d’altri” che, sì certo, denota un sottile allentamento dell’implacabile maschilismo divino (giacché qui addirittura si distingue la donna dalla roba), ma rende totalmente inutile il SestoNon commettere adulterio”, specie alla luce della fondamentale precisazione di Gesù in Matteo 5,27-28: “chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore”.

Dio avrà pensato: repetita iuvant2: è probabile che al branco di pecorai che lo adoravano ai tempi di Mosè fosse necessario ribadire i concetti. Ma da allora sono trascorsi millenni di civiltà cristiana e possiamo fare a meno di tutte le sgraziate ridondanze dei Dieci Comandamenti: dimostriamo a Dio che siamo diventati svegli e aboliamone due!

Proporrò la questione alla CEI non appena mi invitano di nuovo3.

Nella foto: Mosè con in braccio i Dieci Comandamenti.
E dovreste vedere il resto della sua Bibbia.

  1. A meno che non sia cleptomane… ma vabbè, non si può stare dietro alle scemenze di chiunque, all’inferno gli passerà la voglia di infilarsi le cose in tasca. []
  2. A Dio piace il latino. Come a papa Ratzinger. Spesso lo ballano insieme. []
  3. Non lo faranno più. []